Il Giubileo Straordinario del Lavoro Gratuito: grazie Mibact

04.01.2016 18:46

 

volontari

È successo davvero. Non ci volevamo credere ma è successo. Dopo il pessimo bando di qualche giorno fa, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali è riuscito a superarsi, e di molto. Al punto tale da far sembrare quasi accettabili molti dei suoi bandi recenti.

Dopo aver lasciato che volontari venissero impiegati un po’ ovunque nel mondo dei beni culturali italiani, dopo aver lasciato per anni che fossero usati in diversi suoi istituti periferici, il Ministero si è deciso ad attraversare il guado senza alcuna vergogna: il Mibact assume volontari.  Per 9 mesi, per il Giubileo Straordinario della Misericordia . Strana concezione di Misericordia, ben diversa anche da quella delPapa . Leggendo il bando siamo trasaliti, poi ci siamo arrabbiati. Arrabbiati non poco.

29 volontari del Servizio Civile saranno impiegati per il progetto Archeologia in cammino volto ad “implementare ed ampliare la conoscenza e la fruizione dei beni culturali, artistici e architettonici del Municipio Roma I”. Non solo, si occuperanno di “vigilanza del patrimonio museale all’interno dei locali espositivi e nelle aree di pertinenza del museo; accoglienza del pubblico fornendo la prima informazione, svolgendo funzioni connesse all’accesso del pubblico; saranno chiamati inoltre a supportare gli addetti nella raccolta della documentazione ed informazioni sui beni presenti sul territorio; saranno inoltre attivamente impegnati nel reperimento di fotografie attuali e storiche di monumenti e siti di interesse. Infine collaboreranno con gli esperti alla creazione delle schede scientifiche con foto sulle caratteristiche storico-artistico-culturali dei beni presenti sul territorio.” Sono compiti idonei per archeologi, storici dell’arte, archivisti, esperti di turismo culturale, ma il Mibact non la pensa così. Sorridenti volontari del servizio civile saranno più che sufficienti.

 

Ovviamente se sarete laureati, molto meglio! Le lauree del settore saranno ben valutate nella selezione, come si legge, ed esperienze professionali nello stesso settore saranno ben gradite. Ma essere pagati per la propria professionalità, beh, non scherziamo: stiamo parlando del Giubileo, non c’è spazio per le retribuzioni, un piccolo forfettario basterà. Ma c’è spazio invece per una richiesta di disponibilità a “flessibilità oraria”, “partecipazione a corsi o seminari” e “partecipazione ad attività anche in giorni festivi e prefestivi”. Tutto questoimpiegando volontari del Servizio Civile, come quelli che, sempre per il Giubileo, saranno impiegati da associazioni quali Caritas o Società Volontaria di Soccorso. E il vitto e l’alloggio non sono di certo garantiti, per nessuno.

Non ci sono parole. Il bando deve essere immediatamente ritirato. Immediatamente. É terribilmente offensivo nei confronti dei professionisti dei beni culturali, e pure controproducente: vogliamo veramente presentarci al mondo che verrà in visita a Roma, armati di volontari? Dopo Expo, vogliamo davvero aprire un’altra pagina che legittima la contrapposizione del volontariato all’occupazione retribuita? E soprattutto: il Ministro riesce ancora a dormire la notte dopo che mette la firma su certi bandi, che sarebbe riduttivo definire oltremodo vergognosi?

La misura è colma da un pezzo. Non c’è Misericordia che tenga, non possiamo più leggere certe cose, non siamo disposti a lavorare gratis o in cambio di piccole mance, né a vederci sostituiti alla buona da operosi volontari. Ora basta!

Fonte: Mi Riconosci

Cerca nel sito