3DHOP nuovo strumento per la digitalizzazione di beni culturali.

25.06.2014 22:05

3DHOP (3D Heritage Online Presenter) è un nuovo strumento per la creazione di presentazioni web multimediale di beni culturali digitalizzati. La nuova tecnologia è stata messa a punto dal Visual Computing Laboratory del Dipartimento ISTI- CNR di Pisa ed è stato utilizzato in alcuni progetti di digitalizzazione e valorizzazione del patrimonio culturale tra cui il progetto TeCHe - Technologies for Cultural Heritage dedicato ai reperti archeologici del sepolcro etrusco di Sigliano presentato al Forum TECHNOLOGYforALL a Roma il 5 giugno 2014. 3DHOP è adato per la visualizzazione di modelli 3D in alta risoluzione e verrà utilizzato anche per la fruizione online del modello tridimensionale del Sarcofago degli Sposi, recentemente presenato a Roma.

3DHOP è pensato per i curatori di musei con esperienza nell'uso delle tecnologie informatiche e per i web designer che vogliono inserire contenuti 3D nelle proprie realizzazioni. Permette infatti una facile visualizzazione di modelli 3D direttamente all'interno di pagine HTML e lo streaming di mesh multirisoluzione 3D su HTTP (utilizzando il formato Nexus), sostenendo l'esplorazione di modelli di grandi dimensioni su semplici computer e connessioni Internet standard. In questo modo è possibile, con facilità creare collezioni virtuali di manufatti di interesse culturale.

Il codice si basa sulla "programmazione dichiarativa" ed un ampio uso di modelli. Questo significa che per utilizzare 3DHOP un utente di base deve solo compilare alcuni campi di testo specifici con il giusto valore variabile (nome dei modelli, impostazioni di visualizzazione, ecc), senza impedire agli utenti avanzati di modificare in modo più approfondito e di aggiungere funzionalità.

Presentazioni Web virtuali per soluzioni desktop, chioschi museali, o qualsiasi altro tipo di dispositivo dotato di un comune browser Web, possono essere costruiti con 3DHOP attraverso la tecnologia WebGL API e la library SpiderGL JavaScript.

Attualmente sono supportati i seguenti formati:
- il comune formato 3D PLY (.ply)
- NEXUS, un formato 3D multirisoluzione (.nxs);

La conversione da molti formati 3D a .ply e .nxs è fornito dallo strumento open source MeshLab e dal pacchetto di software Nexus.


Ulteriori informazioni, galleria, istruzioni e download su https://vcg.isti.cnr.it/3dhop/

Fonte: Archeomatica

Cerca nel sito