Roma, restaurata la statua dell'Estasi di Santa Teresa di Bernini

26.11.2015 17:38

Smog, infiltrazioni d'acqua e polveri ne avevano oscurato la lucentezza, ma sei mesi di restauro hanno restituito lo splendore delle forme scolpite quattro secoli fa. È l'Estasi di Santa Teresa D'Avila, il capolavoro del Bernini che torna a farsi contemplare nella chiesa di Santa Maria della Vittoria di via XX Settembre, insieme al resto della Cappella Cornaro, restaurata da Giuseppe Mantella e Sante Guido sotto la direzione di Lia Di Giacomo. La teatralità delle forme scolpite nel marmo di Carrara e il carattere ascensionale del "bel composto" dell'Angelo e di Santa Teresa, si arricchiscono di nuovi dettagli emersi durante il restauro, grazie alla rimozione di ridipinture e stuccature non originali alla base del gruppo, che alteravano la percezione visiva dello spettatore e sulle quali non si era mai intervenuto. Ma è l'intera cappella a tornare a nuova luce, perché sulla parete sinistra e su quella di destra sono stati riportati all'originario candore anche i palchetti laterali con i membri della famiglia Cornaro, i festoni e i putti, "a diciannove anni dall'ultimo intervento - spiega Daniela Porro, segretario regionale Mibact per il Lazio - per restituire a cittadini e visitatori una grande bellezza a pochi giorni dall'inizio dell'Anno Santo" di STEFANO PETRELLA ( Foto Franz Benvenuti/F3Press )

Fonte: repubblica.it

Cerca nel sito