Ritornano le origini di Parma

08.05.2013 19:50

Una mostra dedicata alla fondazione romana di Parma

Fino al prossimo 2 giugno, presso il Museo archeologico di Parma, in Palazzo della Pilotta, sarà allestita una mostra dal titolo “Storie della prima Parma”, curata dalla Soprintendenza per i Beni archeologici dell’Emilia Romagna.

Le fonti antiche ci hanno tramandato che Parma venne fondata come una colonia romana nel 183 a.C., in un territorio già prediletto in precedenza da Etruschi e Galli, grazie all’abbondanza di acqua e di terreno abitabile, in una posizione lungo antichissime vie commerciali.

Le scoperte archeologiche dell’ultimo decennio hanno confermato l’importanza che ebbe l’insediamento primigenio della città, precedente alla fondazione romana, nell’ambito della regione emiliana occidentale, da sempre “terra di confine” tra l’Etruria toscana vera e propria, le culture dell’Italia settentrionale in epoca protostorica (Veneti, Liguri, Golasecchiani), e punto di passaggio obbligato per le comunicazioni con i Celti d’Oltralpe.

Le indagini archeologiche hanno riportato alla luce una serie di insediamenti e di sepolture che testimoniano la continuità di occupazione a partire dal VII secolo a.C., caratterizzati dalla presenza di materiali che confermano profondi legami con il mondo etrusco, al punto che possiamo parlare di una “cultura mista”, determinata proprio dai contatti con le diverse realtà circostanti.

Uguale fortuna hanno avuto gli scavi che hanno portato alla scoperta delle testimonianze risalenti alla prima occupazione di Parma in epoca romana, succeduta all’occupazione gallica durata oltre due secoli. Infatti, nel corso del III secolo a.C., il popolamento della città conobbe un aumento vertiginoso, in corrispondenza proprio dell’installazione della colonia, voluta dal governo di Roma.

Gli interventi archeologici degli ultimi anni ci consentono di approfondire la conoscenza delle origini romane, sia dal punto di vista della vita civile che delle forme di culto, in cui meglio si esprime il confronto tra la cultura latina ed italica con il mondo celtico e ligure.

Trova così piena conferma il resoconto dello storico romano Tito Livio che ricorda come « a Mutina (Modena) e a Parma furono fondate colonie di cittadini romani, nel territorio che poco prima era stato dei (Galli) Boi, e prima ancora degli Etruschi … »

 

Palatium - Parma

© Riproduzione riservata

Fonte: Daringtodo.com  --> http://www.daringtodo.com/lang/it/2013/05/05/ritornano-le-origini-di-parma/

 

 

Cerca nel sito