Eventi: 4 mostre nei 4 angoli dell'Impero per il bimillenario di Augusto

11.07.2014 11:17

"Le Chiavi di Roma. La città di Augusto" è il nome della mostra che a settembre si terrà ai Mercati di Traiano Museo dei Fori Imperiali, in occasione del Bimillenario della morte del princeps.

Quattro città, quattro musei, quattro modi diversi di essere cittadini romani, per un viaggio interattivo mai tentato alla scoperta del mondo romano, attraversando le porte del tempo con le chiavi di Roma”, questo il senso dell’esperimento – unico nel suo genere – che il 23 settembre prossimo, in occasione del bimillenario della morte del primo imperatore di Roma, inaugurerà a Roma, Sarajevo, Amsterdam e Alessandria d’Egitto.

Keys To Rome. Le chiavi di Roma”, evento organizzato dalla più grande rete di eccellenza europea sui Musei Virtuali, V-MUST e coordinata dal Consiglio Nazionale delle Ricerche, offre in quattro città quattro prospettive diverse sulla cultura romana: il cuore di Roma, con il Museo dei Fori Imperiali; Alessandria d’Egitto, nelle splendide sale della Biblioteca Alessandrina; Amsterdam presso l’innovativo Museo Allard Pierson e, infine, Sarajevo all’interno della storica biblioteca, sede del municipio, da poco restaurata. Le quattro location, che simboleggiano i “quattro angoli” del mondo romano, sono alla base dell’idea della mostra europea che invita a guardare all’Impero da punti di osservazione storici, geografici, culturali e umani molto diversi. Risulntanza di un lavoro durato 4 anni da parte di ricercatori e autori all’interno del progetto V-MUST.

L’esposizione, che aprirà al pubblico il 23 settembre, giorno della nascita del princeps, mostrerà i monumenti e il territorio della Roma augustea non attraverso i reperti, ma grazie all’utilizzo della tecnologia.

Nella Grande Aula del Museo, la copia dell’Augusto di Prima Porta dal Museo della Civiltà Romana accoglierà i visitatori, che passeranno sotto una sorta di “portale”: li introdurrà alla mappa della città, allestita come un secondo pavimento, dando loro la sensazione di “camminare” nella Roma di duemila anni fa. Il Foro di Augusto, il suo Mausoleo, l’Ara Pacis e gli monumenti di rilievo “usciranno” dalla mappa e, attraverso installazioni multimediali, percorreranno la propria storia a ritroso nel tempo attraverso immagini evocative. Alcuni touch screen permetteranno invece di avere informazioni su molti altri monumenti, infrastrutture, residenze, segnalate sempre sulla mappa.

Al piano superiore, due busti di Augusto e Agrippa – suo luogotenente e braccio destro – si animeranno e parleranno delle strategie e degli avvenimenti storici che hanno permesso l’ascesa del princeps e la trasformazione della città antica.

I video-pannelli e i pannelli presenti su questo livello  percorso espositivo inquadreranno la profonda trasformazione della città – amministrativa e strutturale – ed approfondiranno i monumenti più significativi, testimoniando la continua ricerca e la presenza sul territorio degli archeologi della Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali.

 

 

Fonte: daringtodo.com

Cerca nel sito