Calabria: visitatori dei luoghi culturali statali in netto aumento

11.01.2015 19:38

Grazie alla riapertura del Museo nazionale archeologico di Reggio Calabria e dei suoi Bronzi di Riace, il 2014 ha aumentato a dismisura i visitatori dei luoghi culturali statali in Calabria, (ricordiamo che l’ultima ricerca Svimez aveva messo in evidenza come la Calabria fosse all’ultimo posto in Italia per la produzione culturale).

I visitatori dei 16 luoghi culturali calabresi sono stati 396.466 . I dati sono stati forniti dal Ministero per i Beni culturali, 

tra i visitatori 111.106 sono stati i paganti con un introito del +947,45%, l’aumento dei visitatori conta un 108,2% rispetto al 2013, 

dati che secondo il Ministero sono sorprendenti e ciò grazie soprattutto, come già detto, alla riapertura del Museo dove risiedono i Bronzi, che hanno attirato l’ 1.601% in più di pubblico. In vista di questi dati che finalmente, danno una speranza per l’ inizio di una nuova valorizzazione di una terra che della “storia” e cultura è regina, ci auguriamo che possano aumentare sempre più, ridando alla Calabria il lustro che merita. 

Ricordiamo anche il sito archeologico di Sibari, luogo di testimonianza di un passato glorioso, zona centrale della Magna Graecia,sperando che venga al più presto messo in sicurezza e ripristinato, non lasciandolo a sè, come è ormai da quasi due anni, dopo l’ alluvione che lo colpì e riempì di fango, rischiando di deturpare definitivamente “pezzi” fondamentali della nostra storia (come purtroppo sta accadendo al sito archeologico a Pompei).

Di: Susanna Camoli

Fonte: senzafili

 

Cerca nel sito