Calabria: apre la sezione multimediale del Museo dei Brettii e del Mare di Cetraro

23.12.2013 14:20

“Il museo più innovativo della Calabria con una collezione di cartine geografiche antiche a dir poco strepitosa”. È il tweet che l’On. Mario Caligiuri, Assessore alla Cultura della Regione Calabria, ha postato dopo aver partecipato alla presentazione della innovativa sezione multimediale del Museo dei Brettii e del Mare di Cetraro.

MuseoMultimedialeaCetraro

L’On. Mario Caligiuri durante la presentazione del Museo Multimediale

La dimostrazione che in Calabria, ancor prima che nelle altre regioni d’Italia, si possano realizzare opere di eccezionale importanza culturale e didattica a servizio degli utenti e dei turisti in genere.

Alla presenza del Sindaco Giuseppe Aieta e dell’Assessore alla Cultura Fabio Angilica è stata inaugurata la nuova sezione del museo civico di Cetraro finanziata con fondi europei per circa duecentomila euro.

Le nuove dotazioni, di forte impatto sugli utenti, consistono innanzitutto in un moderno laboratorio multimediale che consente ai visitatori del museo di muoversi virtualmente nei siti archeologici di Cetraro e scoprire, attraverso la tecnologia 3D, la bellezza dei singoli reperti esposti. O ancora esplorare i fondali marini con i relitti che custodiscono preziosi tesori, tutto questo grazie alla nuova tecnologia di cui il museo di Cetraro da ieri si è dotato. Ma sarà possibile inoltre tramite dei tablet in dotazione al museo o tramite i propri smartphone, grazie alla tecnologia dei codici QR e delle applicazioni gratuite già presenti su Apple Store e Android, ispezionare tutte le vetrine del museo con un semplice clic.

In Calabria apre la sezione multimediale del Museo dei Brettii e del Mare Palazzo del Trono Cetraro

Insomma “Un museo all’avanguardia – ha dichiarato nel suo intervento l’Ass. Angilica - che a due anni dalla nascita si distingue nel panorama regionale non solo per l’elevato numero di visitatori ma soprattutto per la qualità dei servizi che offre in una città che ha saputo investire in cultura negli ultimi anni qualcosa come un milione di euro”.

Il convegno di inaugurazione è stato inoltre impreziosito dalla presenza del Prof. La Torre, docente dell’Università di Messina e già Funzionario di zona della Soprintendenza della Calabria per il Tirreno, del Prof. Muzzupappa dell’Università della Calabria che ha curato la progettazione, del Prof. Fabrizio Mollo archeologo ed esperto del territorio nonché progettista e del Soprintendente Dott. Gregorio Aversa.

Una serata in cui i numerosi cittadini presenti sono stati completamente rapiti dalla visione di tutto il prezioso materiale custodito nello scrigno del museo. Un museo gestito, tra l’altro, da una cooperativa di giovani a testimonianza che con la cultura si produce lavoro.

Il Sindaco, visibilmente soddisfatto, unitamente all’assessore Angilica, ha accompagnato nel tour per le stanze del museo l’assessore regionale alla cultura, Mario Caligiuri, che si è soffermato ad esaltare “la perla del Museo di Cetraro” appena realizzata in Calabria.

“È un’opera – ha dichiarato il Sindaco Aieta – dedicata ai turisti ma soprattutto ai nostri ragazzi, perché attraverso una fruizione facile e suggestiva possano conoscere le nostre origini, gli usi, i costumi di un popolo antico. Il nuovo museo multimediale è l’opera per eccellenza del sapere e della conoscenza, della bellezza e dell’identità di questo territorio”.

 

 

Fonte: cetraroinrete.it

Cerca nel sito