Beni culturali: Oggi 5 dicembre inaugurazione della nuova illuminazione della Reggia di Caserta

05.12.2014 13:23

Sono 24 i proiettori che, gestiti da un apposito software di controllo, illumineranno la facciata della Reggia di Caserta ed i giardini antistanti il monumento vanvitelliano a partire dal prossimo 5 dicembre, quando alle ore 18,00 in piazza Carlo III sarà inaugurato il nuovo impianto di illuminazione artistica del Palazzo Reale, realizzato dal Comune di Casertagrazie ai finanziamenti regionali predisposti per il Forum Universale delle Culture.
“La Reggia. Le luci. Per sempre” questo il titolo della manifestazione che accompagnerà l’inaugurazione e che “sarà una festa dell’intera città – spiega il sindaco Pio Del Gaudio – che finalmente avrà il suo principale monumento illuminato in maniera consona ad un sito Patrimonio dell’Umanità Unesco. Come tutti i casertani che, sono certo, parteciperanno in tanti, noi amiamo la Reggia e stiamo facendo per la Reggia, lo ribadisco, ciò che a Caserta non è mai stato fatto”.
“Si tratta – aggiunge l’assessore ai lavori Pubblici Massimiliano Palmiero – di una illuminazione artistica innovativa. I proiettori utilizzati, infatti, sono del tipo a led da 580W con tecnologia RGB “proiettori mutanti”. Ciò significa che sarà possibile gestire e programmare il cambio di colore e di intensità di luce dei diversi proiettori, installati sui cornicioni delle due ex Scuderie Borboniche, attraverso una centralina di controllo”.
Per l’assessore alla Cultura Nicoletta Barbato che ha coordinato il programma della manifestazione “l’inaugurazione sarà semplice ma molto significativa anche perché il vero spettacolo sarà la nuova illuminazione del nostro Palazzo Reale. Tra i momenti previsti le performance musicali e teatrali degli artisti del Teatro Stabile di Innovazione “Fabbrica Wojtyla” diretti da Patrizio Ciu, i canti del coro della Chiesa del Buon Pastore, le letture dell’attore e regista casertano Gennaro Testa da “Diari e lettere dall’Italia” di Goethe, la musica etnica e popolare dei Ditirambo. Intendo ringraziare – conclude Barbato – tutti coloro che hanno partecipato all’organizzazione di questo splendido evento a partire dal consigliere comunale Edgardo Ursomando”.
“Sarà un momento importante per la città, per il suo rilancio turistico ed economico– aggiunge l’assessore al Turismo e grandi EventiPasquale Napoletano – a partire dal suo principale monumento. Perché una Reggia meglio illuminata è una Reggia più bella. L’illuminazione dei giardini antistanti l’ingresso principale del Palazzo Reale renderà anche più sicura una area da sempre trascurata da questo punto di vista”.

Fonte: Tafter

Cerca nel sito