Archeologia: scoperto in Inghilterra il "Cimitero delle Madri"

03.01.2014 11:23

Scoperto in Inghilterra un antico 'cimitero delle madri', risalente a oltre 2.500 anni fa. Il ritrovamento e' avvenuto grazie all'identificazione dei resti di una giovane madre sepolta con il suo bambino non ancora espulso completamente dal ventre. 

 

Si tratta della sepoltura numero 57 (datata intorno al 550 a.C.) del cimitero di Oakington, nel Cambridshire

 

Quello in cui si sono imbattuti gli archeologi e' il tragico 'fermo immagine' di un parto che non si concluse. La donna aveva tra i venticinque e i trent'anni; il suo bimbo aveva compiuto le canoniche quaranta settimane ed era pronto alla nascita. "Dallo studio dei resti del feto - spiega l'archeologo Duncan Sayer in un articolo sulla rivista 'Archeologia Viva' (Giunti editore) - sappiamo che questo non era allineato venire alla luce senza problemi. Un cesareo avrebbe salvato la vita a entrambi, mentre il parto spontaneo fu fatale".

 

Il caso della sepoltura 57 non e' l'unico scoperto nei cimiteri del primo periodo anglosassone (450-700 d.C.): di recente altre sette tombe sono state rinvenute con un feto espulso solo parzialmente. In altri casi il neonato era adagiato accanto alla madre. L'eta' delle donne varia tra i quindici e i quarantacinque anni. Al tempo stesso, le conoscenze odierne confermano come siano particolarmente rischiosi il primo e il quinto parto. "Non tutte le giovani, morte dando alla luce un figlio - tiene a precisare Sayer -, furono sepolte con i loro feti. Nella maggioranza dei casi se madre e bambino morivano a distanza di alcuni giorni dal parto, si seppellivano in tombe individuali". A Oakington sono stati scoperti oltre cento inumati, tra cui trentasette donne, diciannove uomini, quarantasette bambini e venti neonati

 

 

 

 

Fonte: meteoweb.eu

Cerca nel sito