Archeologia: Lavori intrapresi da Hamas presso l'antico porto di Anthedon a Gaza destano preoccupazione nell'UNESCO.

22.04.2013 05:22

Destano preoccupazione nell’Unesco e fra alcuni esponenti della Striscia di Gaza lavori edili intrapresi nei giorni scorsi per conto del braccio armato di Hamas in un tratto di costa presso Gaza City dove si trovano i resti dello storico porto di Anthedon. Fonti locali riferiscono che in quella zona si vedono all’opera diversi bulldozer: cosa che fa temere per la sorte dei reperti archeologici che potrebbero trovarsi nelle viscere della terra.
Antico di tremila anni, Anthedon era all’epoca uno dei porti principali affacciati sul bacino orientale del Mediterraneo.
Nella zona di interesse archeologico si trovano mosaici e colonne dell’epoca romana e bizantina.
Secondo il sito web al-Monitor, il braccio armato di Hamas, Brigate Ezzedin al-Qassam, ha intrapreso lavori di sbancamento per costruire in quell’area una nuova installazione militare. Un dirigente del ministero del turismo di Hamas ha replicato che i lavori si svolgono in un’area ristretta e avranno breve durata. In ogni caso, ha assicurato, si avrà cura di non danneggiare reperti che potrebbero trovarsi ancora sotto terra.
Ma queste parole non sono state bastate a placare le apprensioni e alcuni attivisti hanno chiesto l’intervento del premier di Hamas Ismail Haniyeh e dell’Unesco affinché nella zona dell’antico porto non siano fatti danni irreperabili.

Fonte: Tafter

Cerca nel sito