Archeologia: Dopo 26 anni ripartono gli scavi alla necropoli dei bambini di Poggio Gramignano

04.04.2016 19:38

Nell'area archeologica in passato era venuta alla luce un'importante necropoli ricavata, nel IV secolo dopo Cristo, in alcuni locali ormai in disuso di una villa di epoca romana

TERNI  -  Dopo 26 anni di interruzione, potranno riprendere, grazie all'autorizzazione ufficiale del ministero di beni culturali e turismo, gli scavi archeologici alla necropoli dei bambini di Poggio Gramignano, a Lugnano in Teverina.  Durante i primi scavi venne fatto un ritrovamento ritenuto di importanza europea, in quanto riemersero i resti di circa 47 infanti deceduti a causa di una epidemia di malaria, come è risultato dall'esame osteologico e dai successivi esami genetici svolti dall'Università di Tucson (Arizona) e condotti dal professor David Soren. Sarà proprio quest'ultimo a coordinare nuovamente il progetto, dal costo di circa 88.500 euro.

 

Fonte: artemagazine

Cerca nel sito